Diagnostica strutturale

Mediante l’applicazione di diverse tecniche di indagine si pone come obiettivo quello di raccogliere informazioni utili volte all’individuazione delle cause dei fenomeni di deterioramento di cui le costruzioni sono affette dando la possibilità di elaborare una diagnosi sullo stato della struttura.

Monitoraggio strutturale

Insieme dei controlli finalizzati alla verifica del comportamento di una struttura avvalendosi di sensori di alta precisione che forniscono informazioni essenziali per la corretta interpretazione del funzionamento strutturale. Il controllo periodico di un bene culturale è una pratica fortemente auspicabile poiché rappresenta il principale strumento per una consapevole conservazione, come riportato nella normativa tecnica delle costruzioni.

Ricostruzione modello strutturale

Avvalendosi di documenti ufficiali che descrivano il tipo e le caratteristiche degli elementi strutturali che compongono la struttura uniti ai risultati di prove distruttive e non distruttive effettuate in sito, si ricostruisce il modello strutturale per dare la possibilità di procedere alle successive fasi progettuali degli adeguamenti.

Prove non distruttive

Esami, controlli, accertamenti e rilievi che si effettuano su materiali e sugli elementi strutturali, atti a riscontrare e/o misurare e/o determinare le composizioni, le caratteristiche, i difetti e le discontinuità degli stessi. Tutto ciò senza prelievo di materiale o distruzione alcuna e senza compromettere la funzionalità del componente. Le prove non distruttive offerte sono: Prove sclerometriche, pacometriche, ultrasuono, combinate SONREB, termografiche.